libri per viaggiare

Home/libri per viaggiare

L’estate è il momento perfetto, per molti, per leggere; ma anche per viaggiare. “Leggere viaggiando” è bellissimo, ma lo è altrettanto “viaggiare leggendo”

Ecco una prima serie di consigli da parte dello staff de “La Nuova Rotta”.

Manuale del perfetto turista
di Beppe Severgnini

In vacanza si diventa ciò che si è: curiosi o appagati, calcolatori o appassionati, metodici o disorganizzati, quasi sempre buffi. Severgnini aggiunge a due suoi storici bestseller molti buoni motivi per visitare i suoi luoghi del cuore (la Lombardia e la Sardegna, l’Europa e gli Usa) e “dieci viaggi speciali”. Ma cosa bisogna sapere per diventare “perfetti turisti”? Questo, per esempio: non esistono posti noiosi né viaggi senza intoppi; non ci sono bagagli troppo leggeri; se sentite “Vip”, “élite”, “exclusive”, alla larga! La morale? Come dice Beppe: “Ogni viaggio è uno spettacolo. A pensarci bene, anche ogni viaggiatore”.

Nel blu

di Giovanni Soldini, Martinelli Emilio

Longanesi Libri del MareLa barca a vela per me ha sempre rappresentato un modo per viaggiare. L’idea di poter andare da un posto all’altro utilizzando solo l’energia della natura mi ha sempre affascinato. Con queste parole il celebre navigatore solitario comincia il racconto del proprio amore per la vela, dalle esperienze compiute da bambino sul lago Maggiore in compagnia del padre agli esordi nelle competizioni, sino alle regate d’altura e alla prima delle ormai numerose traversate oceaniche compiute finora. Un’avventura , una metafora della vita fatta di impegno, disciplina, sofferenze e dolori, ma a­nche di gioie ed emozioni. In mare si entra in una dimensione unica, che ti fa vivere il presente nella sua pienezza senza preoccuparti di altro. In mare, tra un azzurro luminoso e l’urlo terribile di una tempesta, si esce dal tempo e dallo spazio per entrare in un altro modo di recepire la vita. Un rapporto quasi magico, una simbiosi fatta di sottili equilibri interiori, dove non c’è nemmeno più bisogno di parlare o di vedere, ma soltanto di imparare a sentire le vibrazioni, i movimenti e i rumori che quello strano oggetto galleggiante costantemente comunica..

101 cose da fare a Londra almeno una volta nella vita

di Giacomo Besenghi

 

Di chi sono i cigni di Hyde Park? Dove si può mangiare il miglior curry di Londra? Dove potete acquistare un’opera d’arte a prezzi modici o quel raro disco in vinile che stavate cercando da un pò? Dove si può ormeggiare lo yacht se si ha la fortuna di arrivare nella capitale inglese navigando il Tamigi? 101 cose da fare a Londra almeno una volta nella vita risponde a queste e a molte altre domande mentre racconta i modi di vivere dei londinesi, come si divertono, dove vanno a cena, cosa fanno nei parchi, come e cosa festeggiano. Suggerisce esperienze piacevoli, divertenti e alla portata di tutti, nel fermento della vita quotidiana o in occasione dei tanti eventi particolari di cui la capitale inglese è ricchissima. Un racconto sui percorsi alternativi e sui luoghi più classici, sulla varietà  di culture e stili di vita, che vi farà  amare Londra, i suoi angoli più segreti e la sua forte personalità .Giacomo Besenghi vive a Londra da anni, nonostante le condizioni climatiche avverse. Appassionato di arte, musica e architettura, lavora come traduttore nella capitale inglese cercando di approfittare di tutto ciò che la città  ha da offrire.

Sette anni in Tibet
di Heinrich Harrer

 

Al principio del 1939 Heinrich Harrer, ex campione di sci e famoso alpinista austriaco, viene scelto per partecipare alla spedizione sul Nanga Parbat. Tornerà in patria solo dopo incredibili eventi: sarà internato in un campo di concentramento, evaderà più volte, riuscendo a penetrare in terre mai visitate da un occidentale e a fare amicizia con il giovane Dalai Lama; ma soprattutto conoscerà e sarà conquistato da una cultura antica e affascinante, di cui diventerà il paladino. Sette anni in Tibet è non soltanto il racconto appassionante di questa straordinaria esperienza – un’avventura al limite dell’incredibile – ma anche una testimonianza storica e umana sugli ultimi anni del Tibet indipendente, alla vigilia della drammatica invasione delle truppe cinesi.

Sulla strada
di Jack Kerouac

 

Sal Paradise, un giovane newyorkese con ambizioni letterarie, incontra Dean Moriarty, un ragazzo dell’Ovest. Uscito dal riformatorio, Dean comincia a girovagare sfidando le regole della vita borghese, sempre alla ricerca di esperienze intense. Dean decide di ripartire per l’Ovest e Sal lo raggiunge; è il primo di una serie di viaggi che imprimono una dimensione nuova alla vita di Sal. La fuga continua di Dean ha in sé una caratteristica eroica, Sal non può fare a meno di ammirarlo, anche quando febbricitante, a Cittàe del Messico, viene abbandonato dall’amico, che torna negli Stati Uniti.

2017-05-27T07:52:26+00:00 27 maggio 2017|Categorie: Blog, Curiosità|

Scrivi un commento