Paura di volare

Era il titolo di un libro piuttosto licenzioso di una ventina di anni fa, ma se per volare la protagonista intendeva la sua libertà, quella a cui mi voglio riferire è reale. Molte persone hanno una vera forma fobica, che determina loro una crisi di panico una volta saliti su di un aereo e che si amplifica al momento del decollo.

Sudorazione, tachicardia, crisi di pianto, senso di morte imminente. E’ questa la sgradevolissima situazione in cui si trovano alcuni, uomini o donne che siano e che vedono le loro vacanze rovinate da questa paura immotivata. Ma proprio perché immotivata appare non dominabile, come altre forme fobiche (paura dei ragni, dei serpenti, delle iniezioni, del sangue, ecc..).

Non basta spiegare a queste persone che la possibilità di morire in un incidente aereo è pari a quella di essere colpiti da un fulmine o che ogni giorno ci sono poco meno di 200 000 voli e che nonostante questa diffusione del mezzo aereo le notizie di incidenti ci arrivano solo eccezionalmente.

Spesso questa paura viene ad associarsi ad altre paure esistenti, e può anche essere inquadrata nell’ambito di una sindrome ansioso-depressiva già presente e che comunque viene stimolata da quelle sensazioni di affollamento, come in alcuni aeroporti (agorafobia) o in spazi ridotti (claustrofobia).

Inoltre il viaggiatore, come reazione ad una sensazione di disagio esegue atti respiratori frequenti e superficiali, che determinano l’accumulo di anidride carbonica in valori sufficienti a scatenare una crisi di panico.

Ma una soluzione c’è e funziona!

Abbiamo visto diverse persone, che non sarebbero salite su un aereo neanche legate, una olta seguiti i nostri consigli prendere gusto a questo mezzo di traporto e trovare ogni occasione buona per viaggiare  in aereo. Sono diventati i migliori clienti della nuova rotta.

La soluzione è duplice: rivolgersi ad una terapista cognitivo comportamentale che nel giro di qualche seduta vi farà risolvere il problema o (soluzione più divertente e pratica) affidarsi ai corsi che fanno alcune compagnie aeree.

Questi corsi di gruppo (mal comune mezzo gaudio) partono da una descrizione e spiegazioni delle origini della paura di volare e poi attraverso una serie di esercizi mentali insegnano a convivere con il disturbo fino a farlo scomparire. Il corso si conclude con un bel volo di gruppo Roma-Milano e ritorno.

Il passo successivo sarà quello di venire al Torrino, entrare da noi de La Nuova Rotta e chiedere di destinazioni lontane.

 

Se siete viaggiatori di Roma Eur, Torrino, Mostacciano o Mezzocammino venite a trovarci, non siamo un’agenzia di iaggi ma un “club per viaggiatori”.